Liceo Scientifico “Guglielmo Marconi” di Parma

Il Liceo Scientifico “Guglielmo Marconi” di Parma è un’istituzione educativa ufficiale, dedicata all’educazione formale nei livelli di grado prescolare di transizione, istruzione elementare di base e secondaria e educazione accademica dei media, orientata alla formazione di persone competenti emotivamente e accademicamente, con sensibilità sociale, spirito critico, capacità di leadership e impegnate nel destino del loro ambiente che contribuisce alla formazione di professionisti universitari dei diversi programmi nelle attività di insegnamento, pratiche accademiche, ricerca e interazione sociale , in relazione ai livelli di istruzione che precedono l’istruzione superiore.

La sede del liceo Marconi di Parma
La sede del liceo Marconi di Parma

Nell’anno 2020, il Liceo Scientifico “Guglielmo Marconi” di Parma ha consolidato la sua posizione di migliore istituzione educativa nella regione Emilia Romagna e, come una delle migliori scuole del paese, è diventato anche il centro di pratiche accademiche, investigative e accademiche. Possiede i seguenti indirizzi:

  • Liceo Scientifico
  • Liceo Linguistico
  • Liceo di Scienze applicate

Guglielmo Marconi: storia

Guglielmo Marconi, da cui l'istituto prende nome
Guglielmo Marconi, da cui l’istituto prende nome

Fisico e inventore italiano a cui è stata attribuita l’invenzione della radio o della telegrafia senza fili. Figlio di padre italiano e madre irlandese, ha studiato a Livorno e successivamente presso le Università di Bologna e Firenze, dove si è interessato in esperimenti con le onde elettromagnetiche hertziane, così chiamato in onore di Heinrich Hertz, che avevano scoperto la sua diffusione nella spazio nel 1887. Verso il 1894 iniziò a studiare la trasmissione e la ricezione di onde elettromagnetiche nella casa paterna di Bologna, aumentando gradualmente la distanza tra trasmettitore e ricevitore da 30 centimetri a centinaia di metri.

Nel 1895 scoprì che, posizionando un generatore di scintilla Hertz su un’asta, l’intervallo di ricezione poteva essere aumentato a diversi chilometri. Ha costruito un piccolo dispositivo, che la portata era di 2,5 chilometri, composto da un trasmettitore, un generatore di scintilla Hertz e basata sull’effetto scoperto da ingegnere francese Édouard Branly nel 1890. Visto che riceve poco interesse il vostro dispositivo svegliato nelle autorità italiane, Marconi ha optato per andare nel Regno Unito. Ricevette l’appoggio dell’ingegnere capo dell’ufficio postale a Londra e nel luglio 1896, dopo una serie di miglioramenti, brevettò l’invenzione, che suscitò scalpore nella comunità scientifica dell’epoca.

La scoperta della radio è ancora coinvolta in alcune controversie. Il fisico russo Aleksandr Popov presentò quello stesso anno, davanti a un considerevole pubblico di scienziati dell’Università di San Pietroburgo, un ricevitore di onde radio molto simile a quello di Marconi, che usava per registrare i temporali. La dimostrazione avvenne pochi giorni prima che Marconi ottenesse il brevetto per il suo dispositivo, ed è per questo che i russi rivendicano la paternità dell’invenzione da allora. Tuttavia, sembra dimostrato che Marconi abbia trasmesso segnali intelligibili in pochi giorni prima della manifestazione di Popov, sebbene non davanti a un pubblico di scienziati.

Nello stesso anno ha collaborato con suo cugino, l’ingegnere Jameson Davis, e ha fondato la società Wireless Telegraph and Signal Company, Ltd., inizialmente inteso a pubblicizzare il dispositivo e ottenere supporto finanziario con cui eseguire test e miglioramenti nel suo funzionamento. Più tardi gli obiettivi della compagnia sarebbero derivati ​​dallo sfruttamento commerciale della radio, e il nome della stessa fu trasformato, intorno al 1900, nella Wireless Telegraph Company di Marconi, Ltd.

Marconi e Davis sono stati gradualmente aumentando la portata di generatori di emissioni scintille guida su palloni e fare miglioramenti nel design dell’antenna, fino a quando nel 1899 è riuscito a varcare i sedici chilometri dalle isole britanniche dalla terraferma. Un anno dopo una stazione montata su una nave della marina britannica riuscì a contattare una stazione di terra situata a 121 chilometri di distanza.

La versione finale di questo sistema di comunicazione è stato l’equipaggiamento di due americani di trasmettere i risultati di una gara per giornali di New York, un fatto che ha dato una notevole pubblicità a Marconi e ha permesso la fondazione delle navi controllata americana Marconi Company. Lo sviluppo del tuning prevedeva la possibilità di fare varie comunicazioni usando frequenze diverse, e comportò il famoso brevetto n. 7.777, che finirebbe per perdere a beneficio di Nikola Tesla, Oliver Joseph Lodge e J. Stone.

Nel 1901 fece una comunicazione tra St. John of Newfoundland e Poldhu, in Cornovaglia, attraverso l’Atlantico, che stupì di nuovo il mondo scientifico, poiché era ampiamente considerato tra gli scienziati di maggiore potenza rispetto alla trasmissione di segnali radio. Potrebbe superare i 300 chilometri di distanza a causa della curvatura della terra. Successivi esperimenti di Marconi hanno mostrato che il raggio di trasmissione era maggiore durante la notte che durante il giorno, il che mostrava che le onde radio si riflettevano negli strati superiori dell’atmosfera: l’incidenza della radiazione solare ionizzava questi strati , che assorbono meglio le onde radio.

Altri istituti dedicati a Guglielmo Marconi in Italia

Liceo Marconi di Conegliano
Via J.F. Kennedy, 12
31015 CONEGLIANO (TV)
tel. 0438.411143 – 415550 –
fax 0438.427203
email: segreteria@liceoconegliano.gov.it 

Liceo Statale Guglielmo Marconi
Via M. da Caramanico n° 26
65126 PESCARA  
Tel. 08560856-62350  
E-MAIL: pepm020004@istruzione.it

Liceo Scientifico Statale Marconi
Via Danimarca 25
71122 Foggia
Email: fgps040004@istruzione.it

Liceo Marconi di san Miniato  
Via Trento, 74,
56028 San Miniato PI
Email: pips01000q@istruzione.it